Altra sentenza favorevole, emessa dal Tribunale di Vercelli, direttamente istruita dal sottoscritto, che comprova come spesso gli Istituti bancari, anche nella proposizione dei decreti ingiuntivi, non siano solo carenti in punto di diritto sostanziale ma anche dal punto di vista processuale.
Nella causa in oggetto, il Giudice accoglie l’eccezione di mancato assolvimento dell’onere probatorio da parte della Banca nel richiedere il credito ingiunto.
La Banca, infatti, ha omesso di provare il proprio credito, producendo tutti gli estratti conto integrali relativi al rapporto bancario controverso, limitandosi ad una mera allegazione del cd. saldaconto ex art. 50 del TUB.
Risultato finale è stato la revoca del decreto ingiuntivo presentato dalla banca e la condanna a tutte le spese legali della stessa.
L’impresa ingiunta (in evidenti difficoltà economiche) ha così potuto non pagare la somma di oltre € 200.000,00 e continuare a svolgere regolarmente la sua attività.

Avv. Paolo Missineo

Segue il provvedimento

Scarica il Documento
http://www.centrostudisdl.com/wp-content/uploads/2015/05/Tribunale-di-Vercelli-13MAG.pdf