Si segnala copia del verbale di udienza tenutasi presso il Tribunale di Trento, ove l’istituto convenuto, nonostante formale ordine di esibizione del Giudice, non ha depositato in atti copia del contratto di apertura del conto corrente.
Stante la nullità per mancanza di prova scritta del contratto di conto corrente eccepita dallo scrivente, il conto corrente andrà epurato da commissioni, spese, interessi superiori a quelli di legge, con la conseguenza che – con ogni probabilità – la cliente da debitrice diventerà creditrice dell’istituto di credito coinvolto.
Letti gli atti ed i documenti di causa, determini il C.t.u. quanto dovuto dall’attrice applicando al rapporto oggetto di causa, per l’intera sua durata, gli interessi attivi e passivi previsti dalla l. n. 154/1992, provvedendo quindi al calcolo delle differenze rispetto a quanto addebitato dalla banca al cliente a titolo di interessi, commissioni, spese”.
La Ctu è già in corso e controparte non ha neppure nominato proprio Ctp.

Avv. Stefano Fassa

Scarica il Documento
Tribunale-di-Trento-12OTT